Cosa significa Auto EcoView?

Le funzionalità EcoView, grazie alle quali lo schermo non si presenta mai ne troppo chiaro ne troppo scuro, aumentano e diminuiscono in maniera autonoma la luminosità dello schermo, a seconda delle condizioni dell’ambiente circostante. Ciò riduce notevolmente l’affaticamento visivo e contribuisce ad una riduzione del dispendio energetico globale.

Il mio monitor CG/CX/CS non viene riconosciuto dal software ColorNavigator. Come posso rimediare al problema?

Controllare che il cavo USB sia collegato correttamente tra monitor e PC o MAC. ColorNavigator necessita del cavo USB per poter calibrare il monitor. Verificare che anche il cavo sia operativo.

Come faccio a collegare il mio Mac Book (Pro) dalla porta Thunderbolt 3 o USB-C con monitor EIZO e il loro ingresso DisplayPort?

A questo scopo è necessario un apposito cavo fra l’interfaccia Thunderbolt o USB-C e l’ingresso DisplayPort del monitor. Abbiamo provato per voi il seguente cavo e possiamo confermare la sua funzionalità.
Produttore: StarTech
Nome prodotto: CDP2DPMM1MB (cavo adattatore da USB tipo C a DisplayPort)
Trasmette immagini con risoluzioni fino a 4K DCI (4096x2560 pixel) con frequenze fino a 60 Hz.

A cosa serve la modalità PowerResolution e a cosa bisogna prestare attenzione?

Power Resolution aumenta il contrasto dei contorni e delle strutture delle immagini. La riproduzione appare ancora più spiccata e applicazioni di intrattenimento come giochi, video e immagini raggiungono una maggiore intensità e profondità, specialmente in scene lievemente sfocate o con effetti metallici. Il livello di regolazione può essere intensificato o diminuito a piacere. L’impostazione attiva può essere verificata e impostata adeguatamente mediante il menu OnScreen.

Nota:
La riproduzione di mesh pattern, come per esempio la rappresentazione di cespugli o roccie richiede una scheda grafica altamente performante. Se noti rallentamenti consigliamo di ridurre il grado di regolazione al livello 1 o di disattivare la modalità, altrimenti possono apparire rallentamenti e oscillazione della luminosità.

Come posso deattivare FreeSynx per utilizzare la funzione Blur Reduction?

Per schede grafiche compatibili con FreeSync consigliamo di utilizzare questa funzione anche con il monitor. A questo proposito il monitor è stato già preimpostato in fase di fabbrica. Una combinazione delle tecnologie FreeSync e Blur Reduction non è possibile per motivi tecnici. La disponibilità di ricezione di segnali FreeSync viene indicata dalla spia LED rossa nella parte frontale dello schermo. Per l’utilizzo della funzione Blur Reduction è necessario disattivare FreeSync nel modo seguente: spegnere il monitor, premere contemporaneamente il tasto di comando Control e Power per 2 secondi. Apparirà la finestra del menu di impostazione. Seleziona „Formato segnale“ „DisplayPort 1.2.“ per utilizzare la funzione Blur Reduction.
Schede grafiche senza supporto FreeSync non richiedono ulteriori impostazioni, dato che la ricezione FreeSync è inattiva. Blur Reduction è comunque disponibile e mostra la sua efficienza soprattutto alle alte frequenze. A seconda della scheda grafica saranno disponibili 100,120 o 144 Hz.

Posso combinare le funzioni Blur Reductione FreeSync?

Per schede grafiche compatibili con FreeSync consigliamo di utilizzare questa funzione anche con il monitor. A questo proposito il monitor è stato già preimpostato in fase di fabbrica. Una combinazione delle tecnologie FreeSync e Blur Reduction non è possibile per motivi tecnici. La disponibilità di ricezione di segnali FreeSync viene indicata dalla spia LED rossa nella parte frontale dello schermo. Per l’utilizzo della funzione Blur Reduction è necessario disattivare FreeSync nel modo seguente: spegnere il monitor, premere contemporaneamente il tasto di comando Control e Power per 2 secondi. Apparirà la finestra del menu di impostazione. Seleziona „Formato segnale“ „DisplayPort 1.2.“ per utilizzare la funzione Blur Reduction.
Schede grafiche senza supporto FreeSync non richiedono ulteriori impostazioni, dato che la ricezione FreeSync è inattiva. Blur Reduction è comunque disponibile e mostra la sua efficienza soprattutto alle alte frequenze. A seconda della scheda grafica saranno disponibili 100,120 o 144 Hz.

Di quale garanzia dispongono i monitor EIZO RadiForce?

I monitor EIZO RadiForce sono per la maggioranza coperti da una garanzia del produttore di 5 anni. EIZO raccomanda per i monitor medicali per la refertazione una luminosità minima superiore a quella definita dai requisiti QS-RL. Eventuali dettagli sulla specifica durata della garanzia di ciascun monitor sono disponibili nella scheda tecnica di ogni prodotto.

Quali parametri di impostazione della gamma e del punto di bianco del monitor suggerisce EIZO?

Valori consigliati per i monitor ColorEdge:

Punto del bianco:
Nella realtà pratica, il punto di bianco dello schermo viene allineato al punto di bianco dello strumento di luce standardizzata, detta light box e non allo spazio cromatico utilizzato) e cioè D50 e 5000 Kelvin.
Se si effettua comunque un "proof” con luce diurna o per l’elaborazione fotografica si utilizza normalmente D65.

Gamma:
Si consiglia di selezionare le caratteristiche tonali del monitor in modo che si avvicinino il più possibile, allo spazio cromatico. In questo modo il sistema di gestione del colore/sistema operativo non è costretto ad effettuare correzioni eccessive delle tonalità.

Esempio:
PhotoRGB, AdobeRGB e sRGB si basano su parametri gamma del 2,2. Le caratteristiche del monitor dovrebbero dunque essere calibrati su parametri di 2,2, mentre lo standard ECI-RGB richiede una gamma di 1,8.

Lo spazio colore L* non dispone di coordinate cromatiche della gamma. Anche nel caso dei nostri consigli è una questione di piccolissime sfumature.
La gestione del colore tiene conto nell’elaborazione del profilo del monitor e della relativa impostazione della gamma. Per ridurre effetti di scalettature sarebbe opportuno selezionare la gamma del monitor secondo le caratteristiche gamma dello spazio cromatico. Oppure si sceglie di adottare L* sia per il monitor che per lo spazio cromatico. In questo caso sarà necessario scegliere il punto di bianco del monitor secondo l’illuminazione del proof e non dello spazio cromatico.

La nostra raccomandazione per i monitor Flexscan è la seguente:
Gamma = 2,2 e punto di bianco = 6500

Come è possibile migliorare l’uniformità su tutto lo schermo del monitor?

La maggior parte dei pannelli LCD tende a presentare una luminosità non assolutamente lineare sullo schermo. Questo fenomeno è particolarmente visibile nelle aree scure e agli angoli dello schermo. Il monitor FORIS FG2421 per esempio, dispone di un livello del nero eccezionalmente intenso che riduce questo effetto negativo. In ogni modo è possibile evitare questo problema impostando ad hoc i valori del contrasto, della gamma, del livello del nero o attivando la funzione Contrast Enhancer.

I monitor EIZO sono compatibili con tutte le schede grafiche?

Principalmente sí, sempre tenendo conto dei collegamenti disponibili nel monitor. Per i monitor con risoluzione a 4K consigliamo l’impiego di schede grafiche che dispongono del DisplayPort 1.2 (60 Hz).

La mia scheda grafica supporta solo G-Sync, in che modo è utilizzabile con il FORIS FS2735?

Alla ricerca di un’alternativa open source, la scelta è caduta sulla tecnologia FreeSync di AMD. Il supporto della tecnologia G-Sync di NVIDIA avrebbe implicato la rinuncia al microcircuito integrato del pannello EIZO e dunque di abbandonare deliberatamente a importanti funzioni di ottimizzazione. Di conseguenza, EIZO ha deciso di non supportare G-Sync.

Se possiedi una scheda grafica performante senza FreeSync, puoi comunque fruire delle frequenze di scansione elevate di 120 e 144 Hz. Già l’impiego di frequenze maggiori può ridurre notevolmente gli effetti di microscatto. In aggiunta puoi attivare la funzione Motion Blur Reduction che non richiede la tecnologia Sync e che riduce i tempi di risposta a soli 1 ms.

In che modo FORIS FS2735 supporta G-Sync?

Alla ricerca di un’alternativa open source, la scelta è caduta sulla tecnologia FreeSync di AMD. Il supporto della tecnologia G-Sync di NVIDIA avrebbe implicato la rinuncia al microcircuito integrato del pannello EIZO e dunque di abbandonare deliberatamente a importanti funzioni di ottimizzazione. Di conseguenza, EIZO ha deciso di non supportare G-Sync.

Se possiedi una scheda grafica performante senza FreeSync, puoi comunque fruire delle frequenze di scansione elevate di 120 e 144 Hz. Già l’impiego di frequenze maggiori può ridurre notevolmente gli effetti di microscatto. In aggiunta puoi attivare la funzione Motion Blur Reduction che non richiede la tecnologia Sync e che riduce i tempi di risposta a soli 1 ms.

In che misura è utilizzabile il monitor FORIS FS2735 senza la tecnologia FreeSync?

Alla ricerca di un’alternativa open source, la scelta è caduta sulla tecnologia FreeSync di AMD. Il supporto della tecnologia G-Sync di NVIDIA avrebbe implicato la rinuncia al microcircuito integrato del pannello EIZO e dunque di abbandonare deliberatamente a importanti funzioni di ottimizzazione. Di conseguenza, EIZO ha deciso di non supportare G-Sync.

Se possiedi una scheda grafica performante senza FreeSync, puoi comunque fruire delle frequenze di scansione elevate di 120 e 144 Hz. Già l’impiego di frequenze maggiori può ridurre notevolmente gli effetti di microscatto. In aggiunta puoi attivare la funzione Motion Blur Reduction che non richiede la tecnologia Sync e che riduce i tempi di risposta a soli 1 ms.

Non ricevo nessun tono dall’unità multimediale, come procedo?

Verificare che il cavo audio sia collegato correttamente alla scheda audio (PC) ed al monitor. Eventualmente alzare il volume del monitor tramite i tasti direzionali.

Perchè EIZO utilizza la tecnologia AMD FreeSync?

Alla ricerca di un’alternativa open source, la scelta è caduta sulla tecnologia FreeSync di AMD. Il supporto della tecnologia G-Sync di NVIDIA avrebbe implicato la rinuncia al microcircuito integrato del pannello EIZO e dunque di abbandonare deliberatamente a importanti funzioni di ottimizzazione. Di conseguenza, EIZO ha deciso di non supportare G-Sync.

Se possiedi una scheda grafica performante senza FreeSync, puoi comunque fruire delle frequenze di scansione elevate di 120 e 144 Hz. Già l’impiego di frequenze maggiori può ridurre notevolmente gli effetti di microscatto. In aggiunta puoi attivare la funzione Motion Blur Reduction che non richiede la tecnologia Sync e che riduce i tempi di risposta a soli 1 ms.

In che misura l’interfaccia USB-C è idonea alla trasmissione del segnale d’immagine?

I monitor EIZO supportano con la propria interfaccia USB-C il cosiddetto DisplayPort Alternate Mode, che permette la ricezione di segnali immagine dalla connessione USB-C. Il computer o la sua porta USB-C devono ugualmente supportare questa modalità, per esempio Macbook pro e la sua interfaccia Thunderbolt. Osservare le indicazioni del produttore del computer.

Qual è la funzione di autocontrollo della luminosità?

Livelli di luminosità stabili sono assolutamente indispensabile per consentire una riproduzione cromatica affidabile. Molti schermi LCD richiedono circa due ore per raggiungere valori costanti della luminosità, e possono comunque reagire sensibilmente a oscillazione della temperatura ambientale. La tecnologia brevettata di EIZO regola e compemsa automaticamente, a seconda del modello, la luminosità dello schermo – indipendentemente dalla durata di utilizzo e dalla temperatura ambiente.

Qual è la funzione del sensore ambientale/ EcoView ?

Il sensore ambiente integrato viene utilizzato per regolare automaticamente la luminosità dello schermo adattandola all’illuminazione del vostro ambiente per ottenere sempre la luminosità del monitor più adatta alle condizioni esterne. E’ disponibile comunque anche una regolazione manuale.

Quali sono i requisiti essenziali per poter elaborare segnali a 4K a 60Hz?

Per poter elaborare una risoluzione a 4K e 60 Hz è necessario l’utilizzo di una scheda grafica con segnale DisplayPort versione 1.2.

Cosa significa riproduzione a 10 bit?

In abbinamento al Frame Rate Control (FRC) del pannello LCD che incrementa il numero dei colori riproducibili intervenendo sulla frequenza di successione dei fotogrammi, gli schermi ColorEdge – a seconda del modello – sono muniti di una risoluzione cromatica 10 bit in grado di riprodurre sfumature più lineari e una gamma di colori estremamenti ricca. I monitor a 10 bit sono particolarmente consigliati per esigenze applicative che richiedono una rappresentazione precisa e superiore alla norma. La scheda grafica deve tuttavia essere in grado di supportare una risoluzione così elevata.

Come posso ruotare l’immagine dal formato panoramico a quello ritratto se ruoto lo schermo?

La modalità pivot consente di ruotare il monitor di 90° ed è molto utile nell’elaborazione grafica o la visione agevole di documenti. Per poter usufruire di questa funzionalità è necessaria una scheda grafica che supporta la modalità pivot e che permette di ruotare anche l’immagine sullo schermo. La maggioranza delle schede grafiche di marca dispongono di questa modalità e non richiedono dunque di alcun software opzionale.

Cosa si nasconde dietro alla sigla SST(Single-Stream-Transport) e MST(Multi-Stream-Transport)?

MST trasferisce due metà dell’immagine, destra e sinistra rispettivamente 2x2K a 30 o 60Hz. Il sistema operativo considera le due metà dell’immagine come due schermate separate fino a che non vengono collegate in un’unica schermata dal driver o software werden. Questo metodo risulta tuttavia obsoleto nei moderni schermi a 4K grazie al fatto che il collegamento Display Port 1.2 è in grado di elaborare immaginii a 4K per intero. Questo nuovo metodo di elaborazione si chiama SST ed elabora e visualizza a pieno schermo sul monitor l’intera risoluzione 4K a 60Hz.

È possibile gestire il monitor attraverso mouse e tastiera?

Sì, attraverso il software dedicato ScreenManager Pro, compatibile con il sistema Windows, che consente di gestire tutte le funzioni OSD mediante mouse o dalla tastiera, oppure tramite i pulsanti frontali.

Il mio monitor ColorEdge a 24 pollici è collegato via HDMI, il Sistema operativo mi permette solo una risoluzione di 1920x1080 invece di 1920x1200. Come posso sfruttare la piena risoluzione?

Cambia il menu di impostazione del monitor e seleziona nelle impostazioni opzionali l‘opzione „selezione segnale d‘ingresso“ e imposta il formato segnale su PC. Conferma le impostazioni, il monitor verrà automaticamente riavviato.

Come funziona il software ScreenManager Pro?

ll software ScreenManager® Pro (Windows) è dotato di svariate funzioni per l’ottimizzazione dell’immagine, tra cui l’emulazione delle caratteristiche cromatiche di altri monitor e degli spazi cromatici NTSC, HDTV e sRGB. Questo software permette oltretutto di controllare le singole sfumature ed i livelli di saturazione di ciascun colore primario (rosso, verde, blu) e secondario (ciano, magenta, giallo). Grazie allo ScreenManager® Pro tutte le funzioni OSD possono essere comodamente gestite dal mouse o dalla tastiera, oppure tramite i pulsanti frontali.

Come devo utilizzare la funzione EcoView-Index?

La funzione EcoView Index consente di constatare il consumo effettivo del monitor mediante un apposito diagramma.

Non sono in grado di riprodurre la risoluzione raccomandata, quale può essere la causa?

Ciò può essere causato dal driver della scheda grafica. Effettuare un aggiornamento del driver della scheda grafica e riavviare il PC e il monitor. Schede grafiche non più recenti possono eventualmente non essere in grado di riprodurre la risoluzione selezionata. In questo caso si renderà necessario l’impiego di una scheda grafica più recente con un’uscita adeguata.

Quali sono i vantaggi della retroilluminazione a LED?

La retroilluminazione LED si basa su diodi che si illuminano costantemente fornendo un livello di luminosità elevato e permanente. Oltre alla luminosità stabile, che regala immagini intense e vivide, la tecnologia LED offre un notevole risparmio energetico, lungo ciclo di impiego e non contiene mercurio per uno smaltimento ecocompatibile.

Pixel difettosi – quale garanzia offre EIZO?

I pannelli LCD sono composti da pixel e subpixel di tre colori diversi: rosso, verde e blu. Gli elementi possono presentare dei difetti che si manifestano con pixel spenti (tipo 2), perennemente accesi (tipo 1) e difetto di uno dei tre subpixel (rosso, verde e blu). I monitor EIZO sono pienamente conformi ai requisiti internazionali che stabiliscono l’entità del difetto dei pixel e le relative tolleranze. La gran parte dei monitor vanta una garanzia 0 pixel difettosi per subpixel accesi (elementi parziali ISO 9241-307) per un periodo di sei mesi dalla data di acquisto (Per favore consultare la scheda tecnica del prodotto o rivolgersi per chiarimenti al rivenditore EIZO di fiducia).

Quale scheda grafica raccomanda EIZO?

EIZO non può raccomandare una scheda particolare, l’unico consiglio che possiamo fornire è di utilizzare un segnale in uscita digitale che supporta la risoluzione massima del monitor.

A cosa serve l‘hub USB?

In combinazione con un PC compatibile con lo standard USB, il monitor fungerà da hub, al quale è possibile collegare ulteriori periferiche compatibili con la comunicazione seriale USB.

Cosa significa Overdrive?

La funzione brevettata accelera in modo intelligente il movimento iniziale di rotazione dei cristalli aumentando così la velocità di reazione, non solo nel cambio nero-bianco, ma anche in cambi veloci di colore. Di particolare utilità nella visione di sequenze animate, animazioni 3D CAD e videogiochi.

Posso far funzionare e caricare un Macbook Pro late 2016 dall’interfaccia USB-C?

MacBook Pro 13"" richiede una tensione di alimentazione o di carica di 9 V/3 A, per la quale è indicata la porta USB-C del modello EV2780.
A tale riguardo facciamo presente il nostro aggiornamento firmware per il modello EIZO FlexScan EV2780.

Con che cosa pulisco la superficie del mio monitor LCD EIZO?

Per mantenere la superficie del monitor sempre protetta si consiglia la pulizia della superifice con il kit di pulizia EIZO.

IMPORTANTE: non utilizzare solventi come benzina, alcool, agenti diluenti o abrasivi che possono danneggiare la struttura del cabinet.

Cabinet
Per togliere eventuali macchie pulire l’unità con un panno morbido asciutto o solo leggermente inumidito con una soluzione detergente delicata o con acqua. Non usare spray o cera sul cabinet.

LCD
La superficie dello schermo può essere eventualmente pulita con un panno di cotone con superificie morbida per non graffiarla oppure con pezzuole in microfibra.

Che cosa è DisplayPort?

Si tratta di un interfaccia video digitale destinato al collegamento di immagini e segnali audio fra computer e monitor.

Non riesco ad elaborare la risoluzione 2560 x 1440 pixel mediante l’interfaccia DVI. Come ovviare al problema?

Con una risoluzione superiore a 1920 x 1200 è necessario utilizzare il segnale Dual Link e il relativo cavo che offre un’ampiezza video di 165 MHz.

Alla risoluzione 2560 x 1440 pixel tramite interfaccia DVI l’immagine sobbalza. Come rimediare?

Con una risoluzione superiore a 1920 x 1200 è necessario utilizzare il segnale Dual Link e il relativo cavo che offre un’ampiezza video di 165 MHz

Quali sono i vantaggi della tabella colore a 16 bit?

EIZO ha integrato nei suoi monitor ColorEdge un microchip che elabora i valori tonali a 16 bit. Ciò consente una riproduzione di estrema precisione, con una perfetta differenziazione cromatica: le transizioni risultano uniformi e fluide, le strutture rimangono nitide e dettagliate.

Cosa significa gamma?

La riproduzione della tonalità cromatica è in relazione alla variazione del livello di segnale in entrata. Questa relazione è denominata generalmente caratteristica gamma. Nella riproduzione d’immagini, valori gamma bassi provocano immagini biancastre e valori gamma alti immagini dai contrasti intensi.

Quando devo usare uno spettrofotometro o un colorimetro?

I colorimetri sono sensori da appoggiare sulla superficie del display che consentono all’utente di misurare la luce emessa dal monitor attraverso tre sensori, uno per ogni colore base (RGB). Il colorimetro ha un apposito filtro per rilevare la banda di colore da misurare in base alle curve standardizzate da CIE e viene usato per misurare le differenze cromatiche, ma non è adatto ad effettuare analisi del colore complesse. Esempi di questi prodotti: Spyder di Datacolor e l’eyeOne Display di X-Rite. Lo spettrofotometro consente invece analisi dettagliate e complesse relative alla quantità di radiazioni che vengono riflesse e trasmesse da un campione illuminato con una sorgente di luce per tutto lo spettro visibile. Esempi di questa categoria sono l’Eye Pro e Color Munki di X-Rite.

Quando è necessario un segnale Dual Link?

Con una risoluzione superiore a 1920 x 1200 è necessario utilizzare il segnale Dual Link e il relativo cavo che offre un’ampiezza video di 165 MHz.

Come funziona la calibrazione?

La calibrazione del monitor garantisce la corrispondenza dei colori stampati con quelli visualizzati sullo schermo. E‘ quindi importante che il monitor sia in grado di riprodurre correttamente il colore, la gradazione, la luminosità e l’hue. I monitor ColorEdge sono dotati di un software per la calibrazione e profilazione, il ColorNavigator, che consente di gestire in modo ottimale la resa cromatica.

Il mio PC o Mac sono in grado di visualizzare la risoluzione a 4K?

Nell’elenco sottostante sono indicate le schede grafiche che supportano i monitor EIZO a 4K.

Possiedo un monitor Wide Gamut che rappresenta immagini nel browser (IE, Firefox, ecc) in modo estremamente saturo. Come posso ovviare al problema?

La maggior parte dei browser internet non supportano la gestione del colore. Ciò significa che le immagini visualizzate con il browser ignorano completamente i profili cromatici e, per esempio, immagini sRGB verranno riprodotte utilizzando l’intero spettro cromatico del monitor (WideGamut) ottenendo una resa troppo satura. Questo vale per software di visualizzazione che non dispongono di una gestione del colore.
La modalità sRGB, disponibile in tutti i monitor EIZO, pone i colori del monitor nello spazio cromatico sRGB e grazie a questa impostazione i colori visualizzati nel browser risulteranno coerenti. Il monitor EIZO corregge adeguatamene ciò che il software e il browser ignorano.

Quali sono le attività del sensore Eco View-Sense?

Quando si tratta di risparmiare energia, entra in azione il sensore di presenza EcoView-Sense. Altamente sensibile, il sensore spegne il monitor quando rileva l’assenza dell’utente alla scrivania, tornando in funzione appena qualcuno vi si pone di fronte o se si attiva mouse o tastiera. Ciò contribuisce al risparmio energetico e riduce notevolmente anche le emissioni di CO2.

Che vantaggi offre la funzione SmartDetection?

La funzione Smart Detection rileva automaticamente la posizione sullo schermo in cui viene riprodotto il gioco o il film, risaltando e ottimizzando con SmartInsight o SmartResolution solo l'area interessata, lasciando immutato il resto.
Smart Resolution consente un considerevole miglioramento della visibilità di giochi o video a bassa risoluzione, garantendo prestazioni otimali. Smart Insight accresce la luminosità e la saturazione dei colori per individuare anche gli avversari che altrimenti si celano sullo sfondo.

Quali benefici offre un sensore integrato per la calibrazione?

Il sensore integrato è in grado di garantire un livello di precisione cromatica ancora più accurato, ed è stato concepito appositamente per corredare le prestazioni dei modelli ColorEdge. La serie CG presenta un colorimetro a scomparsa che inserito nella cornice del cabinet si posiziona sullo schermo automaticamente quando viene effettuata l’operazione di calibrazione, scomparendo nel cabinet dopo aver eseguito l‘operazione. E in più il sensore integrato consente di creare una correlazione con altri dispositivi di misurazione esterni. Oltretutto può entrare in azione su comando o a tempi programmati, anche quando il PC è spento. Uno strumento che accresce notevolmente le doti già notevoli dei modelli ColorEdge e assicura la massima resa cromatica.

L’immagine sullo schermo appare sfocata. Come posso rimediare al problema?

Per favore verificare la risoluzione ed impostare eventualmente la risoluzione raccomandata nel manuale. Se avete scelto una risoluzione inferiore ciò potrebbe causare una visione sfocata.

Cosa significa "risoluzione"?

La risoluzione del display LCD definisce il numero di elementi (pixel) che come un mosaico si illuminano per riprodurre un’immagine. Il numero di pixel in larghezza ed il numero di pixel in altezza utilizzati rappresentano la risoluzione dello schermo. Una risoluzione di 1026x600 pixel significa che l’immagine è composta da 1026 colonne e 600 righe di pixel. Se la risoluzione del monitor e le dimensioni in pixel di una foto sono uguali, la foto verrà riprodotta al 100% sullo schermo.

Come si possono calibrare i monitor EIZO ColorEdge?

I monitor ColorEdge vengono forniti con un software per la calibrazione, ColorNavigator che effettua la calibrazione automatica in pochi minuti. ColorNavigator interagisce con sensori integrati e con una vasta gamma di dispositivi di misurazione da porre sullo schermo (non in dotazione).)

A chi mi rivolgo per l‘assistenza EIZO?

EIZO offre un servizio veloce ed efficiente, nel caso che il prodotto necessiti dell'assistenza. Contattate direttamente il CENTRO ASSISTENZA EIZO ITALIA. Per informazioni e supporto commerciale e tecnico siamo a disposizione telefonicamente, tramite email o l’apposito modulo nella sezione di assistenza del sito.

Tel. 02 66429521, 02 66429524
eizo.italia@eizo.com

Cosa è lo spazio sRGB?

sRGB è lo spazio RGB standard sviluppato nel 1995 come spazio cromatico default per Windows, per internet e per applicazioni multimediali e presenta una gamma cromatica più ristretta.

Le aree scure sullo schermo risultano slavate. Come posso rimediare?

Se il segnale video presenta una profondità cromatica ridotta tra valori di 16–235 invece di 0–255 lo schermo sembrerà grigiastro invece di nero. Se i valori tonali sono corretti, ciò può essere causato dal formato YUV e può essere evitato se si modifica lo spettro cromatico.

Cosa significa "contrasto"?

Il valore del contrasto nativo indica la differenza di luminosità tra un pixel bianco ad un pixel nero e viene rilevato in un ambiente controllato in laboratorio. Valori di contrasto tipici sono 6:1 per giornali, 31:1 stampante laser, 49:1 carta fotografica. Il contrasto massimo non sarà comunque mai rilevabile nel normale ambiente di lavoro, dato che un nero assoluto, persino a schermo spento, non potrà mai essere raggiunto in condizioni di illuminazione „normale“.

Cosa è la tabella Look-Up-Table (LUT)?

La tabella colore Look Up Table è lo spazio colore che il display può visualizzare. I monitor EIZO dispongono di una tabella colore a 16, 14, 12 o 10 bit che calcola i valori tonali con straordinaria precisione. Questa grande accuratezza riduce laboriosi settaggi del monitor a tutto vantaggio dell’operatività.

A cosa serve EIZO ColorNavigator?

Il software ColorNavigator è destinato alla calibrazione dei modelli della linea ColorEdge.

Come possono raggiungere una calibrazione ottimale con il sensore Swing?

Per ottenere una calibrazione ottimale è importante che le condizioni ambientali di illuminazione durante la calibrazione siano simili a quelle che normalmente prevalgono durante il processo lavorativo al posto di lavoro.

Cosa significano le lettere dell’alfabeto in coda al nome del modello EIZO?

Descrizione:
BK: cabinet nero
GY: cabinet grigio chiaro
WS: cabinet bianco-argento
WT: cabinet bianco
X o A: versione aggiornata dello stesso modello precedente
H: con piedistallo regolabile in altezza
FS: piedistallo FlexStand

A che cosa serve la funzione Smart Resolution?

Smart Resolution è una tecnologia concepita da EIZO che riduce e corregge eventuali sfocature fornendo immagini altamente contrastate, senza la presenza di artefatti o imperfezioni che spesso insorgono durante la compressione video. Specialmente in situazioni di gioco, la Smart Resolution provvede, per esempio, ad arricchire la qualità dei contenuti risaltandone i dettagli. Nelle fotografie e nella rappresentazioni di fotografie la struttura dell’incarnato risulterà più realistica.

Quali strumenti per il controllo di qualità nell’ambito medicale propone EIZO?

Il software RadiCS di EIZO garantisce un’efficace gestione dello stato di funzionamento ed affidabilità dei monitor della linea RadiForce, al fine di mantenere e garantire costantemente la rispondenza dei dispositivi di visualizzazione alle caratteristiche prefissate. Il software RadiCS supporta le metodologie di controllo dei parametri di imaging secondo la normativa AAPM (American Association of Physicist in Medicine), DIN, IEC e JIS, corredati dai rispettivi protocolli e fantocci. RadiCS esegue anche protocolli di riferimento per soluzioni a doppio schermo per la mammografia, secondo i criteri prestabiliti dalla normativa EUREF e PAS 1054.

Angolo di visualizzazione – cosa definisce?

L’indicazione dell’angolo di visualizzazione si riferisce all’angolo massimo in cui possiamo ottenere una visione corretta dell’immagine. Se ci si sposta lateralmente o verticalmente dalla posizione frontale sarà possibile constatare una perdita o decadimento di definizione dell’immagine. Ottimalmente il valore dovrebbe raggiungere parametri pari ad almeno 160° - 178°. Questi parametri comunque non offrono nessuna informazione sulle enormi differenze di contrasto che possono insorgere nell’arco di visione. L’angolo di visuale è direttamente proporzionale al rapporto di contrasto del monitor; variando l’angolo è evidente come la luminosità tenda a diminuire (legge di Lambert). La stabilità cromatica varia a seconda della tecnologia del pannello (IPS, TN ecc.) e le informazioni possono essere ricavate da analisi polari.

Come funziona l‘autocalibrazione?

La funzione di autocalibrazione viene supportata dai modelli ColorEdge che dispongono di un sonda di calibrazione integrata nel monitor che esegue in modo completamente automatico la calibrazione, senza utilizzare ulteriori dispositivi di misurazione esterni, in assenza dell’operatore e persino a PC spento. Una volta programmato è possibile ricalibrare il monitor con tempi ed orari prestabiliti. La programmazione può essere effettuata tramite ColorNavigator o mediante il menu OnScreen.

Cosa è la temperatura del colore?

La temperatura del colore di un monitor viene misurata in gradi Kelvin (K) secondo una scala che va dal rosso al blu. Alte temperature risulteranno leggermente bluastre, temperature basse rossastre.
5000 K: valore spesso utilizzato per contenuti stampati.
6500 K: ideale per la visione di foto e video.

Quali sistemi operativi sono compatibili con il software ColorNavigator?

Una panoramica sui vari sistemi operativi Windows e Mac e alle diverse versioni compatibili è disponibile nel link sottostante.

A che cosa mi serve il telecomando?

Grazie al pratico telecomando le impostazioni più utilizzate come: commutazione tra lettore video, computer, funzione PiP, le modalità cinema, game e thru come anche il volume e la regolazione dei bassi sono richiamabili premendo un unico tasto.

È possibile connettere due PC ad un solo schermo?

I monitor EIZO dispongono normalmente di due o più interfacce per il segnale d’ingresso. Con il tasto „signal“ 1 o 2 oppure S, a seconda del modello, è possibile collegare senza intoppi 2 o più PC e commutare tra un PC e l'altro.

La leggibilità di testi può risultare ridotta con un monitor a 4K?

Non necessariamente. E’ possibile mantenere la precisione della riproduzione a 4K e al contempo visualizzare in modo confortevole I testi.

Quali sono i vantaggi dell’ottimizzazione del contrasto e dei contorni?

La funzione dinamica di ottimizzazione dei contrasti e dei contorni arricchisce la qualità ed il contrasto dell’immagine. In questo modo le aree troppo scure raggiungono un contrasto ideale che rende più evidente e realistica.

Ho bisogno di utilizzare un driver per il monitor EIZO?

No, i monitor vengono riconosciuti automaticamente mediante la connessione del segnale non appena collegati, grazie alla funzionalità plug and play.

Cosa significa la sigla HDMI?

High Definition Multimedia Interface. Si tratta di un interfaccia per la trasmissione di segnali audio e video digitali ad alta definizione senza perdite di qualità.

Che differenza c’è fra 4K-UHD e 4K-DCI?

4K-UHD descrive la risoluzione a 3.840 x 2.160 pixel, 4K-DCI invece la risoluzione a 4.096 x 2.160. 4K-DCI pixel che viene utilizzata dall’industria televisiva.

Che cosa è una tabella a 3D Look-Up-Table?

La tipica tabella a 1D Look-Up-Tables (LUT) dispone di tabelle separate per i colori rosso, verde e blu. Per una gestione del colore ancora più fedele e precisa è disponibile per alcuni modelli ColorEdge una tabella colore cubica treidimensionale (3D LUT) che assicura un’addizione esatta dei colori base con una migliore combinazione dei colori e un numero maggiore di punti di riferimento.

Elaborazione colore a 16 bit – quali sono i benefici?

Una riproduzione affidabile è possibile a condizione che le tonalità cromatiche vengano calcolate in modo preciso – non dovranno quindi essere sminuite o ridotte. Sezioni scure dell’immagine devono essere prese in considerazione separatamente, dato che in questa parte i valori in uscita sono particolarmente raggruppati. Per evitare effetti di tearing o shuttering, EIZO si avvale di un chip dedicato che elabore le informazioni tonali a 16 bit e che corrisponde dunque ad una precisione di calcolo di 1/65imo.

E‘ richiesto un cavo DisplayPort particolare per la risoluzione 4K a 60Hz?

No, generalmente è possibile utilizzare un comune cavo DisplayPort di buona qualità.

Posso montare un braccio o ad altri dispositivi di supporto su un monitor LCD EIZO RadiForce?

Di norma i monitor LCD EIZO RadiForce permettono di rimuovere i piedi di supporto. Sono dotati di quattro fori VESA compatibili sul lato posteriore per il montaggio di altri dispositivi di supporto. Prima del fissaggio è necessario verificare il carico massimo del dispositivo di montaggio.

Quali sono le differenze tra i modelli CG e CS della linea ColorEdge?

Dall’elaborazione grafica fino alla produzione cine-televisiva, dalla stampa al fotoritocco, sia per l’impiego amatoriale che professionista, i monitor colorEdge entusiasmano sempre con prestazioni superiori e la loro alta fedeltà cromatica.

Cosa significa Wide Gamut?

Il gamut è l’insieme dei colori descrivibili da un monitor. Un pannello con spazio Wide Gamut restituisce una gamma di colori molto più ricca di un comune monitor ed è in grado di coprire il 100 % NTSC e il 99 % dello spazio Adobe-RGB. I colori raggiungono una resa che sorprende l’osservatore per varietà, espressività ed intensità.

Possiedo un monitor EIZO che ho acquistato più di cinque anni fa. E’ possibile ancora trovare pezzi di ricambio o informazioni tecniche?

Per chiarimenti e dettagli contatta il rivenditore dove hai acquistato il monitor o contatta direttamente eizo.italia@eizo.com

Come agisce la tecnologia Digital Uniformity Equalizer (DUE)?

La funzione DUE Digital Uniformity Equalizer garantisce la massima purezza dei colori ed una luminosità più omogenea anche in condizioni critiche di illuminazione. Un chip gestisce automaticamente la luminosità e la cromaticità eliminando irregolarità indesiderate e rendendo i parametri uniformi e stabili su tutta la superficie dello schermo.

Cosa significa la sigla HDCP?

La sigla HDCP (“High-bandwidth Digital Content Protection”) definisce una protezione per contenuti video che ne impedisce la duplicazione e che si serve di collegamenti HDMI e DVI. Un monitor che non supporta l’HDCP non sarà in grado di riprodurne i contenuti.

Come si svolge il servizio locale di sostituzione EIZO?

Il servizio locale di sostituzione EIZO è svolto a cura del nostro partner addetto all’assistenza UNISERV GmbH. Invitiamo a contattare per e-mail la hotline: eizo.italia@eizo.com. Gli orari di contatto vanno da lunedì a venerdì dalle ore 8.00 alle 16.30. Se fosse necessaria la sostituzione dell’apparecchio, entro una giornata lavorativa sarà pronto per voi un prodotto sostitutivo di pari valore. Un corriere arriverà sul posto e consegnerà l’apparecchio sostitutivo al ricevimento merci o alla reception, ritirando direttamente l’apparecchio guasto.

È possibile installare un monitor EIZO RadiForce ad un braccio flessibile o con fissaggio a parete?

Generalmente i monitor EIZO RadiForce consentono di rimuovere il piedistallo e dispongono di fori di fissaggio secondo i vari standard VESA per risolvere qualsiasi necessità di installazione. Prima dell’installazione verificare nelle specifiche del supporto che lo schermo non superi le capacità di peso del supporto.

Quale allineamento è possibile tra stampante, monitor e software di elaborazione grafica?

Consulta la nostra breve guida alla fotografia per allineare i colori del monitor al risultato stampato.

Quali valori devo impostare nel software ColorNavigator per raggiungere prestazioni ideali?

Per poter definire i valori ottimali sono necessarie conoscenze di teoria e pratica del colore.

I monitor FORIS-LCD sono compatibili con le console di gioco Playstation e Xbox?

Sì, sono compatibili. Verificare prima dell’utilizzo della console Xbox che il monitor sia impostato su una frequenza di 60 Hz. Per chiarimenti consultare il manuale dell‘XBox!

Qual è la funzione della funzionalità PowerManger?

La funzione intelligente PowerManager è in grado di ridurre il consumo energetico quando il monitor non viene utilizzato.

Come posso riciclare il monitor EIZO?

Come per tutte le apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) è possibile riciclare il monitor vecchio o in disuso negli appositi centri di raccolta della propria città. Infatti una grande parte delle materie prime potrà essere riutilizzata (alluminio, vetro, rame, plastica ecc.).

Tutto materiale prezioso da recuperare...

A cosa serve la correzione del drift colore?

Provvede ad eliminare fluttuazioni del colore dovute a cambiamenti della temperatura dell'ambiente.

Che tipi di pannello offre EIZO e quali sono le differenze?

Le tecnologie offerte: PVA, IPS, TN

Quali sono i suggerimenti e consigli per la gestione e l'elaborazione di foto digitali?

Consulta la nostra breve guida alla fotografia in versione fumetto.

Possono connettere il monitor a un’attrezzatura video professionale che supporta la risoluzione 4K?

Informazioni relative alla compatibilità di monitor 4K a dispositivi video.

Cosa è il Full HD?

Full High Definition. E‘ uno dei formati della tecnologia HDTV che supportano una risoluzione a 1920 x 1080 pixel, trasmessa o in modalità progressiva 1080p (progressive) che comprende l’intero quadro dell’immagine oppure interlacciata 1080i, ovvero per ciascun ciclo di trasmissione viene trasmesso un semiquadro formato alternativamente dalle sole linee o dispari dell’immagine.

Quali sono i benefici della tecnologia Smart Insight?

Smart Insight è in grado di rilevare anche le zone più tenebrose dello schermo, rendendo visibile ogni dettaglio anche in penombra.

Quali requisiti di sicurezza soddisfano i monitor Radiforce?

I monitor EIZO RadiForce sono costruiti in modo che il loro utilizzo non comprometta la sicurezza dei pazienti ai fini previsti e soddisfino pienamente le normative per dispositivi medici EN60601-1 e della marcatura CE-Medical Device Directive. Consultare la scheda tecnica per verificare la classificazione del dispositivo desiderato.

Dove posso informarmi sulle direttive QS-RL?

Sul sito del ministero della salute.

Modelli EIZO precedenti

Informazioni e dettagli su modelli precedenti sono disponibili sul sito EIZO.com.

Visita il sito eizo.com