Monitor per l’editing video per compositing
CG3184K: monitor con risoluzione 4K DCI

Specialmente la post-produzione, dal montaggio, agli effetti speciali e alle correzioni, coinvolge una multitudine di persone e richiede soluzioni di visualizzazione capaci di riprodurre i colori, i contrasti e le tonalità del grigio in modo impeccabile e mantenerne la ricchezza cromatica, sostenendo un flusso di lavoro coerente e prevedibile.

Le complesse attività di post-produzione implicano l’impiego di un monitor in grado di gestire gli standard più diffusi per il cinema digitale, come Rec.709 e DCI. Altrettanto importanti sono alte prestazioni in termini di contrasto e la disponibilità di tasti retroilluminati per la comoda navigazione in ambienti con scarsa illuminazione.

Cosa richiede l’operatore di editing e compositing video:

  1. Spazio cromatico esteso
  2. Riproduzione fedele e corrispondente
  3. Alta risoluzione fino a 4K-DCI
  4. Schermo con ampia diagonale
  5. Tabella colore a 3D LUT ed emulazione film a 3D LUT
  6. Livelli saturi e intensi del nero
Monitor per video editing e post-produzione

Visualizza i monitor per video editing e post-produzione

Top picture with permission from Ambient Recording GmbH, Berlin.