Fino a poco tempo fa, l'ospedale  di Dornbirn in Austria utilizzava carrelli dedicati per le diverse attrezzatureche erano muniti di un solo monitor.  L'équipe medica dovrebbeinvece nel migliore dei casi disporre di almeno due monitor separati per gli interventi. Per questo motivo, alla fine dell'anno 2018 durante il progetto di modernizzazione, la clinica di Dornbirn ha deciso di acquistare ed equipaggiare le nuove sale operatorie con moderne apparecchiature di imaging e utilizza ora i pannelli chirurgici CuratOR concepiti da EIZO.

Il sistema di visualizzazione per sala operatoria comprende il tipo SP2-46T-24, la cui parte frontale è realizzata completamente in vetro ed è corredato da ulteriori schermi SP1-24 di dimensioni più piccole. Il software dedicato CuratOR Caliop consente una facile implementazione alla già esistente struttura IT e assiste in maniera ottimale tutti i processi di lavoro dell'ambito operatorio. Grazie all'evoluta tecnologia video-over-IP CuratOR Alipe, immagini e cartelle cliniche dei pazienti possono essere trasmessi senza compressione e quindi senza perdita di qualità alle rispettive sale operatorie. In tal modo il moderno sistema video è in grado di visualizzare simultaneamente diverse sorgenti segnale e permette dunque uno scambio rapido e un accesso sicuro a tutti i dati essenziali.

Particolarmente in situazioni di stress, la gestione degli elementi di visualizzazione in sala operatoria deve avvenire in maniera pratica e immediata e garantire che l'équipe operatoria possa focalizzare tutta l'attenzione sull'intervento. "Nelle nostre vecchie sale operatorie, l'impiego di carrelli mobili era spesso complicato e ingombrante. Proprio per questo la modernizzazione dell'edificio è stata un'ottima opportunità per introdurre anche un nuovo sistema video" racconta Peter Palombo, direttore tecnico dell'ospedale di Dornbirn. "Elementi essenziali per una perfetta funzionalità del sistema sono una gestione intuitiva, un'elaborazione delle immagini con valori di latenza ridotta e una configurazione avanzata e rapida".

Nell'estate del 2017, l'ospedale di Dornbirn ha indetto una procedura di appalto per l'integrazione di un nuovo sistema di imaging. Nelle settimane successive, all'ospedale di Dornbirn sono stati presentate numerose offerte e concetti dai rispettivi fornitori; il pacchetto più completo e convincente è stato quello dei pannelli chirurgici CuratOR di EIZO. La prima fase della modernizzazione dell'edificio include il completamento di quattro sale operatorie, inaugurate nel dicembre 2018. Una seconda fase di costruzione con  tre ulteriori sale operatorie è prevista per la metà del 2019.

testtest

Visualizzazione di immagini cliniche con gestione intuitiva

Il cuore del nuovo sistema di visualizzazione per ogni sala operatoria comprende i pannelli chirurgici SP1-24 e SP2-46T-24. L'SP1-24 forma l'unità di controllo centrale su uno schermo da 24″. "Durante la concezione dell'interfaccia utente, ci assicuriamo sempre che sia particolarmente facile da usare per il personale delle sale operatorie e ci concentriamo sulle loro particolari esigenze e necessità", spiega Matthias Lubkowitz, presidente VICE del reparto OR Solutions di EIZO GmbH. "L'integrazione di software di terze parti risulta molto pratica, grazie all'infrastruttura altamente flessibile del nostro sistema. Cerchiamo di adattare la nostra soluzione al flusso di lavoro dell'ospedale e non viceversa". Ad esempio, EIZO supporta i consueti standard di medical imaging come DICOM o HL7, ma consente comunque di configurare e personalizzare gli elementi secondo le esigenze dell'ospedale. In questo modo, applicazioni specifiche dell'ospedale si lasciano integrate in loco senza complicazioni. 

Come complemento della soluzione SP1-24 sono disponibili i pannelli chirurgici SP2-46T-24 con dimensioni di 46″ e 24″. Si tratta di sistemi di visualizzazione con parte frontale in vetro che sono stati integrati direttamente nella parete di vetro delle sale operatorie e che fungono da sistema di distribuzione video e di visualizzazione delle immagini. Il display da 46″ dispone come optional di un comando tattile intuitivo e, grazie alle sue dimensioni, si presta in maniera ottimale per l'analisi di immagini e flussi video durante gli interventi con segnali provenienti da sorgenti differenti. "Molto pratico e di facile utilizzo si presenta anche il sistema di esporto automatico delle immagini nel nostro sistema di archiviazione", afferma Palombo. "La navigazione del menu è completamente intuitiva, in tal modo il nostro personale in sala operatoria non deve occuparsi di dettagli tecnicii". Il recupero dei dati dal sistema PACS  e KISlinica avviene direttamente nel sistema. Ciò garantisce un accesso in sala operatoria a tutti i dati clinici importanti.

Tecnologia Video-over-IP senza rallentamenti o perdite di qualità

"Il nostro staff è davvero entusiasta del nuovo sistema video." Pietro Palombo Direttore tecnico dell'ospedale di Dornbirn
"Il nostro staff è davvero entusiasta del nuovo sistema video." Pietro Palombo Direttore tecnico dell'ospedale di Dornbirn

EIZO utilizza la tecnologia Video-over-IP per una trasmissione rapida dei flussi video in tempo reale. Solo in questo modo è possibile trasmettere la grande quantità di dati provenienti da segnali video Full HD e 4K contemporaneamente e senza compressione. A tale scopo sono state installate guide d'onda ottiche che potranno essere utilizzate in futuro per risoluzioni ancora più elevate come 8K e 16K. Il passaggio dei cavi è stata una sfida particolare. "I cavi in fibra ottica sono realizzati in vetro e spesso utilizzati nelle sale operatorie nelle unità di alimentazione mobile (DVE) - per esempio negli elementi pendenti dal soffitto. Il rischio di rottura del cavo deve essere ponderato attentamente", spiega Lubkowitz. "Tuttavia, il nostro partner locale, Sanova, ha una lunga esperienza nelle canalizzazione di cavi in fibra ottica e si è quindi assunto questo compito".

Un'ulteriore sfida durante l'installazione del sistema video è stata l'integrazione di hardware come lo switch di rete interno. "Grazie ad una gestione agile del progetto siamo in grado di reagire tempestivamente e in maniera altamente flessibile alle richieste specifiche dell'utente", spiega Lubkowitz. "Questo ci ha permesso di integrare rapidamente tutti i componenti esistenti, dai blocchi operatori, agli strumenti endoscopici e chirurgici mobili. La successiva integrazione di nuovi componenti è possibile anche attraverso  plug-and-play". Il software dedicato CuratOR Caliop funge da sistema di controllo di livello superiore dell'intera soluzione Video-over-IP insieme a CuratOR Alipe. Per motivi di protezione e sicurezza dei dati, i segnale video vengono elaborati solo all'interno di una rete chiusa per sala operatoria. Solo previa approvazione del personale responsabile, i dati potranno essere trasmessi all'esterno in forma criptata, ad esempio in un'altra sala operatoria o in sala conferenze.

Assistenza qualificata e veloce

Prima della messa in funzione del sistema, il personale delle sale operatorie ha partecipato ad ampie sessioni di formazione con esperti di EIZO e Sanova. Nel corso di quattro giorni sono stati organizzati corsi di aggiornamento per tutti i dipendenti per familiarizzare con i nuovi dispositivi e le loro funzionalità. Nella fase iniziale, l'ospedale di Dornbirn è stato assistito sul posto per poter rispondere immediatamente a qualsiasi domanda o richiesta di modifica. "Il nostro staff è entusiasta dei sistemi video", riassume Palombo. "Il funzionamento dei singoli elementi è semplice, veloce e comprensibile. Abbiamo accesso a numerose nuove funzionalità, senza dover cambiare il nostro flusso di lavoro. Il sistema EIZO si inserisce perfettamente nella nostra routine operativa quotidiana". Il servizio post-vendita di EIZO supporta l'ospedale di Dornbirn con un servizio all-inclusive che prevede una manutenzione completa per cinque anni. La Sanova Pharma GmbH funge da contatto locale diretto, disponibile in qualsiasi momento per poter reagire rapidamente in caso di problemi. Se necessario, EIZO è in grado di collegarsi ai sistemi tramite accesso remoto per un supporto ancora più rapido ed efficace.

L'ospedale di Dornbirn è stato inaugurato nel 1983 ed è oggi l'unico ospedale pubblico comunale del Vorarlberg, in Austria. Dispone di circa 280 posti letto e di numerose reparti - dall'ortopedia alla chirurgia e al reparto maternità con circa 1.500 nascite all'anno. Esiste anche un reparto post-terapia che dispone di circa 30 posti letto. Attualmente l'ospedale è composto da 900 dipendenti.

Operating Room Solutions CuratOR

homepage CuratOR