Impostazioni dello schermo

Il menu di impostazione dello schermo è il punto di partenza per gran parte delle impostazioni  del monitor. La selezione avviene mediante clic destro del mouse su un'area vuota del desktop, accedendo al menu "impostazioni dello schermo".

Display-settings-1
Clic destro del mouse e selezione del menu ‘Impostazione dello schermo’

Alternativamente potete anche partire dal menu Start, selezionando il simbolo con la ruota dentata per aprire il menu "Impostazioni". Selezionare l'opzione "Sistema" per aprire automaticamente il menu che contiene le impostazioni dello schermo (se ciò non avviene automaticamente, verificare che sulla parte sinistra sia attivo il registro "schermo").

Display-settings-1
Alternativamente cliccare sul simbolo della ruota dentata ‘Impostazioni’ nel menu Start.
Display-settings-3
Poi clicca sull'opzione ‘Sistema’.
Display-settings-4
Verificare che sulla sinistra sia attivo il registro ‘Schermo’ .

Precedentemente le impostazioni dello schermo potevano essere eseguite attraverso il pannello di controllo. Con il nuovo update di Creators Windows 10 ciò non è più possibile.

Stile di visualizzazione del monitor e riorganizzazione

In questa sezione è possibile creare impostazioni personalizzate per ciascun monitor e di modificare la loro posizione per adattarla alle varie situazioni. Se desiderate, per esempio, sovrapporre due schermi,  basterà trascinare il secondo quadrato nella posizione desiderata. Se, invece,  i due monitor devono essere affiancati, posiziona  i due quadrati fianco a fianco. E' inoltre possibile adattare ulteriormente le impostazioni di ciascun monitor cliccando il relativo quadrato e l'elenco delle impostazioni disponibili.

Select-and-rearrange-1

Se verranno effettuate modifiche della risoluzione dei monitor connessi, la dimensione del quadrato verrà opportunamente adeguata. La densità di pixel (dpi) non verrà comunque rappresentata. Se dunque, per esempio, sono connessi due schermi a 27 pollici e uno dei due presenta una risoluzione 4K, mentre l'altro ha una risoluzione di 2560x1440, quest'ultimo presenterà un quadrato più piccolo rispetto al monitor a 4K. Questa funzione era precedentemente disponibile nel menu "impostazioni avanzate", ora è parte del menu "schemo".

Select-and-rearrange-2
Nelle versioni precedenti, l'impostazione della risoluzione era disponibile nel menu "impostazioni avanzate".
Select-and-rearrange-3
Nella nuova versione di Windows 10 Creators è disponibile nel menu ‘Schermo’

Nelle versioni precedenti, lo stile di visualizzazione era sempre visibile. Dopo l'aggiornamento del programma questo menu non è più visibile se è collegato un unico schermo. Se verranno collegati due monitor e il menu non appare, ciò significa che uno dei due monitor non viene riconosciuto. Utilizza l'opzione di visione "più schermi" (‘Multiple displays’) per l'individuazione del monitor.

Select-and-rearrange-4
Nelle versioni precendenti lo stile di visualizzazione era visibile anche se era collegato un unico monitor.
Select-and-rearrange-5
Con il nuovo update di Windows 10 Creators Update, lo stile di visualizzazione non viene più illustrato se è connesso un unico monitor. Se il computer non riconosce il secondo monitor, utilizzare la funzione "più schermi" per l'individuazione.

Colore

Nelle impostazioni "Schermo" `è disponibile l'opzione  ‘luce notturna’ – una nuova funzionalità che controlla la temperatura del colore  del monitor e che consente di modificare la quantità di luce blu che il monitor emana, spostando semplicemente il cursore. Una volta attivata, questa funzione riduce la quantità di luce blu dopo il tramonto che influisce negativamente sulla capacità di addormentarsi e che può provocare problemi di insonnia, evitando al contempo colori troppo luminosi che stancano gli occhi con evidente miglioramento della fruzione per gli utenti.

Color-1

Per accedere alle impostazioni clicca su "Impostazioni luce notturna.’ Questa funzione consente non solo di attivare o disattivare tale funzione, ma permette inoltre di scegliere la temperatura del colore opportuna per la luce notturna e anche di pianificare l'attivazione agli orari prestabiliti e in maniera automatica dal tramonto all'alba.  E' comunque possibile attivare questa funzione anche tramite il menu "Schermo". Eventuali modifiche influenzeranno comunque la temperatura del colore - un fattore importante da considerare nel caso sia richiesta una gestione del colore accurata - in un tale ambito consigliamo la disattivazione di questa funzionalità.

Color-2

Questa funzione è alquanto simile alla funzione 'Paper Mode’ già esistente sui monitor EIZO - che offre per una perfetta leggibilità una temperatura del colore più calda. E molto simile inoltre alla funzione "dimming cirdadiano" integrato nel software EIZO  Screen InStyle e Screen Manager Pro Software – che diminuisce gradualmente l'insensità del colore dell'arco della giornata. 

Se si utilizza la funzione dedicata ‘Paper Mode’ di EIZO insieme alla nuovo funzione "luce notturna" di Windows, ciò può eventualmente portare ad una temperatura del monitor intensamente rossastra (vedi sotto). Lo stesso vale se è attiva la funzione "circadian dimming" del sofware Screen InStyle o Screen Manager Pro. Raccommandiamo dunque di utilizzare o una funzione o l'altra, in moda che non possano entrare in collisione. 

Color-3
Se la funzione EIZO Paper Mode viene utilizzata con la funzione "luce notturna" lo schermo può risultare estremamente rossastro.

Cambio di dimensioni di testo e altri elementi

Scale-and-layout-1

Per ingradire o rimpicciolire le dimensioni di testi e altri elementi


Con questa impostazione è possibile modificare la dimensione dei caratteri, titoli delle finestre, menu, app, icone ecc. su ciascun monitor. Per esempio, se avete un monitor ad alta densità di pixel (come un monitor a 27 e 4K) si noterà che alla definizione predefinita del 100% i testi e i caratteri risultano in effetti molto piccoli e difficili da leggere. Windows 10 consente di modificare e personalizzare ogni elemento separatamente rispetto agli altri.

Scale-and-layout-2
Monitor 4K con definizione predefinita al 100% (caratteri e icone sono molto piccoli).
Scale-and-layout-3
Monitor 4K con impostazione raccomandata al 150% (caratteri e icone sono facilmente identificabili e leggibili).
Scale-and-layout-4
Monitor 4K con dimensione dei caratteri al 200% (icone e caratteri risultano molto grandi. Opzione consigliata per utenti con deficienze visive).

Nell'esempio sopraindicato, il monitor a 27 pollici 4K utilizza una densità di pixel di 163 PPI con una dimensione dei caratteri del 150% per compensare l'elevata densità.

Nelle versioni precedenti di Windows 10, la modifica dei caratteri era offerta mediante una barra di scorrimento. Nell'update di Creators Update si tratta di un menu pull-down con diverse opzioni in percentuale tra cui scegliere. Seleziona l'opzione opportuna. Ricorda che le impostazioni differiscono per ogni singolo monitor connesso. Se si utilizza un secondo monitor, le impostazioni desiderate saranno da selezionare per questo schermo cliccando nell'apposito quadrato numerato. 

Scale-and-layout-5

Risoluzione

L'impostazione della risoluzione permette di impostare lo stile di visualizzazione secondo la risoluzione desiderata. Windows 10 riconosce automaticamente la risoluzione nativa del monitor e la raccomanda. Una modifica personalizzata è comunque sempre possibile. 

Nelle versioni precedenti, Windows 10  rendeva accessibile questa impostazione attraverso il menu "impostazioni avanzate". In questo aggiornamento di Windows, l'impostazione è direttamente accessibile mediante il menu di impostazione schermo.

Resolution-1
Precedentemente l'impostazione della risoluzione era disponibile nel menu di impostazioni avanzate.
Resolution-2
Dopo questo aggiornamento Creators Update, l'impostazione è disponibile nel menu principale ‘Schermo’.

Ottimizzazione del testo Clear Type

Clear Type Text Tuner è un programma che esiste già da molte generazioni del sistema Windows e che aiuta ad aumentare la leggibilità nei testi, rendendo i caratteri dello schermo più nitidi e chiari. E' inoltre possibile, per esempio, definire come standard che tutti i testi appaiano in grassetto, se ciò è desiderato.

Nelle versioni precedenti questo programma era disponibile nel pannello di controllo del sistema operativo che, dopo l'aggiornamento di Creators Update, non è più presente. Per utilizzare il programma è necessario utilizzare la funzione di ricerca del task bar. Se effettuo lari cerca mediante il pannello di ricerca del sistema non risulterà alcun risultato. 

Clear-type-1
Cerca ‘ClearType’ nella casella del task bar.
Clear-type-2
La ricerca di ‘ClearType’ nella casella di ricerca di sistema non porta a nessun risultato.

Menu app

Con l'update di Creators, tutti i programmi e le applicazioni vengono gestiti in un unico menu chiamato ‘App’ . Nelle versioni precedenti i programma e le applicazioni erano installati e gestiti nelle impostazioni del sistema.

Apps-Menu-1

Questo menu App consente di scegliere e scaricare le applicazioni da qualsiasi origine (con o senza avvertenza e anche dal Windows Store).  In questo menu sarà oltretutto possibile disinstallare le applicazioni non più desiderate. 

Apps-menu-2