L’importanza della fedeltà cromatica

Il “flusso di lavoro” descrive il percorso di un’immagine dalla sua creazione in un’applicazione all’output di stampa finale. I documenti vengono elaborati da differenti dispositivi collegati al PC. Il processo di riproduzione di immagini è complicato dal fatto che i dispositivi comunicanti dispongono di gamut differenti. Poiché la gamma cromatica di una stampante è generalmente più limitata di quella di un monitor ne consegue che ci sono colori generabili a monitor che la stampante non è in grado di riprodurre. 

Spazi cromatici nel workflow digitale
Gli spazi cromatici dei singoli dispositivi

Perché nella pratica i colori appaiono diversi a seconda del dispositivo utilizzato?

Un motivo delle differenze è che dispositivi di input e output come scanner, monitor e stampanti utilizzano metodi diversi per interpretare il colore. Può quindi succedere che le stesse informazioni cromatiche vengano riprodotte diversamente su ogni dispositivo. Teoricamente è quasi impossibile riprodurre colori perfettamente armonizzati. I monitor indirizzano caratteristiche cromatiche individuali che vengono influenzate, per esempio, anche da processi di alterazione, come il deterioramento della retroilluminazione. A causa di questi influssi gli stessi colori appaiono differenti su schermi diversi.

L’obiettivo fondamentale della gestione del colore è di fornire, gestire, elaborare e trasmettere coerentemente il colore fra diversi dispositivi hardware che compongono il processo di workflow.

Se fin dall’inizio del processo creativo si utilizza uno spazio cromatico comune sarà possibile ottenere una gestione del colore uniforme. Il compito più importante della gestione del colore è di compensare le differenze esistenti delle postazioni di lavoro più diverse (cliente, designer, operatore di prestampa e di stampa), di armonizzare le discordanze esistenti tra i dispositivi coninvolti nel flusso di lavoro e di mantenere una fedeltà cromatica coerente e ripetibile.

Panoramica

Assicurare colori ripetibili e coerenti nel flusso di lavoro e il motivo per cui nella pratica la resa dei colori non è identica sui diversi dispositivi di output.

All‘articolo

Confronto fra calibrazione hardware e software. Perché bisogna eseguire regolarmente una calibrazione?

All’articolo

Adobe RGB copre uno spazio cromatico più ampio dello spazio sRGB, soprattutto nelle tonalità che vanno dal blu al verde.

All’articolo