Monitor adatti alle esigenze della patologia clinica

I monitor EIZO ben si adattano alla patologia clinica digitale poiché offrono non solo un'ottima risoluzione, ma anche una resa cromatica estremamente precisa.

Un'elevata risoluzione (spaziale), un'ampia gamma, un livello di nero profondo, un'illuminazione omogenea, una curva di riproduzione calibrabile in base alle esigenze individuali e una qualità di riproduzione dell'immagine costante garantiscono una diagnostica affidabile, anche per le strutture tissutali più piccole.

Cosa è importante quando si sceglie un monitor per l’anatomia patologica

1. Risoluzione

La risoluzione di un’immagine dipende dalla densità dei pixel che la compongono. Più alta è la risoluzione del monitor, più i dettagli sono nitidi ed è possibile visualizzare più contenuti contemporaneamente.

2. Dimensioni dello schermo

Per l’anatomia patologica, si consigliano monitor tra i 27 e i 32 pollici in formato widescreen, per riempire al meglio il campo visivo naturale dell'utente.

Monitor Size

3. Postazione di lavoro

L’ergonomia della postazione di lavoro è un aspetto importante da considerare; nella scelta del monitor occorre considerare le dimensioni dello schermo, la risoluzione e la distanza tra il monitor e l'utente della postazione di lavoro.

4. Luminosità

Si raccomanda che la luminosità del monitor per l’anatomia patologica digitale sia di almeno 300 cd/m2. Questo corrisponde approssimativamente alla percezione attraverso un microscopio convenzionale. Per garantire una luminosità stabile consigliamo un monitor con luminosità elevata che sia in grado di ovviare al naturale deterioramento della retroilluminazione.

5. Contrasto

Per garantire una buona differenziazione nelle aree di immagine scure e luminose e per consentire una migliore omogeneità, i monitor specifici per l’anatomia patologica devono avere un rapporto di contrasto di almeno 1000:1 (rapporto di contrasto statico).

6. Uniformità

È importante che il monitor sia in grado di assicurare una luminosità e una resa cromatica uniforme e costante sull’intera superficie di visione, garantendo all’utente un ambiente di visualizzazione ottimale aumentandone l'efficienza e riducendo le possibilità di diagnosi errate.

DUE

7. Calibrazione

L'esecuzione di controlli regolari delle prestazioni e dello stato di salute su un monitor garantisce che un ambiente di visualizzazione coerente nel tempo e affidabile. Ciò permette al personale medico di lavorare in un ambiente sicuro, concentrandosi sull’analisi diagnostica delle immagini, diminuendo notevolmente il rischio di errori.

8. Colore

È importante porre attenzione a tutto il ciclo di gestione del colore, dallo scanner al monitor che sicuramente deve essere in grado di rappresentare il profilo e lo spazio colore prestabilito.

9. Durabilità

I monitor in ambito medicale sono caratterizzati da un ciclo di vita più lungo rispetto ai monitor convenzionali. Ciò significa che devono garantire buone prestazioni per lunghi periodi (5 anni).

TCO

10. Software QC

Il software di controllo qualità per i monitor utilizzati in ambito medicale permette di eseguire i test secondo standard internazionali o valori preimpostati dall’utente e di adattare il monitor all'ambiente di lavoro specifico.

Guida alla anatomia patologia di EIZO
  • PDF
    Guida alla patologia di EIZO

    PDF | 3,38 MB

I vantaggi dei monitor EIZO RadiForce per la patologia

  1. Monitor di grande formato
  2. Aderenza a un preciso spazio colore mediante la calibrazione
  3. Look-Up-Table ampia: resa cromatica fedele
  4. Neri profondi e contrasto elevato
  5. Tecnologia di stabilità della luminosità (DUE - Digital Uniformity Equalizer) per una migliore qualità del monitor.
  6. Lungo ciclo di vita del prodotto

EIZO la scelta per l'anatomia patologica

MX315W Serie MX
MX315W RadiForce

La risoluzione 4.096 x 2.160 pixel del monitor MX315 enfatizza ogni dettaglio con una resa coerente e uniforme sull'intera superficie di visione.

  • 79 cm (31,1 pollici)
  • 8 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 2x DisplayPort, DVI-D
  • 79 cm (31,1 pollici)
  • 8 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 2x DisplayPort, DVI-D
RX660 Serie G&R
RX660 RadiForce

RX660 permette di risparmiare più spazio sulla scrivania rispetto ad una soluzione a due schermi con 3MP e senza i tipici svantaggi della visione a doppio schermo.

  • 76 cm (30 pollici)
  • 6 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 2x DisplayPort, 1x DVI-D
  • 76 cm (30 pollici)
  • 6 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 2x DisplayPort, 1x DVI-D
RX1270 Serie G&R
RX1270 RadiForce

Compatto e ergonomico: uno strumento di lavoro davvero prezioso per la refertazione di immagini medicali a colori e in scala di grigio.

  • 78,4 cm (30,9 pollici)
  • 12 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 2x DisplayPort, HDMI
  • 78,4 cm (30,9 pollici)
  • 12 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 2x DisplayPort, HDMI
MX243W Serie MX
MX243W RadiForce

Monitor a colori con diagonale 24" e formato Widescreen che restituisce immagini medicali con la massima precisione: soluzione ottimale per radiologia e anatomia patologica digitale.

  • 61 cm (24,1 pollici)
  • 2,3 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 1x DisplayPort, 1x DVI-D
  • 61 cm (24,1 pollici)
  • 2,3 megapixel (a colori),
  • Pannello IPS
  • 1x DisplayPort, 1x DVI-D
Avete domande?

Saremo lieti di aiutarvi a trovare il modello giusto.
Contatto EIZO

Case Study EIZO Healthcare

I nostri case study testimoniano le potenzialità delle soluzioni EIZO.
Le nostre referenze