Input multipli
Flessibilità di connessione a PC e Video

Per il collegamento al PC è disponibile un ingresso HDMI per l'elaborazione di segnali da una sorgente digitale come un videoregistratore HDD. Un ingresso composito (BNC) può essere utilizzato per collegare dispositivi e telecamere analogiche. Il monitor supporta i segnali di decodifica NTSC, PAL e SECAM.

Domande frequenti
A chi mi rivolgo per l‘assistenza EIZO?

EIZO offre un servizio veloce ed efficiente, nel caso che il prodotto necessiti dell'assistenza. Contattate direttamente il CENTRO ASSISTENZA EIZO ITALIA. Per informazioni e supporto commerciale e tecnico siamo a disposizione telefonicamente, tramite email o l’apposito modulo nella sezione di assistenza del sito.

Tel. 02 66429521, 02 66429524
eizo.italia@eizo.com

Con che cosa pulisco la superficie del mio monitor LCD EIZO?

Per mantenere la superficie del monitor sempre protetta si consiglia la pulizia della superifice con il kit di pulizia EIZO.

IMPORTANTE: non utilizzare solventi come benzina, alcool, agenti diluenti o abrasivi che possono danneggiare la struttura del cabinet.

Cabinet
Per togliere eventuali macchie pulire l’unità con un panno morbido asciutto o solo leggermente inumidito con una soluzione detergente delicata o con acqua. Non usare spray o cera sul cabinet.

LCD
La superficie dello schermo può essere eventualmente pulita con un panno di cotone con superificie morbida per non graffiarla oppure con pezzuole in microfibra.

Quale scheda grafica raccomanda EIZO?

EIZO non può raccomandare una scheda particolare, l’unico consiglio che possiamo fornire è di utilizzare un segnale in uscita digitale che supporta la risoluzione massima del monitor.

Angolo di visualizzazione – cosa definisce?

L’indicazione dell’angolo di visualizzazione si riferisce all’angolo massimo in cui possiamo ottenere una visione corretta dell’immagine. Se ci si sposta lateralmente o verticalmente dalla posizione frontale sarà possibile constatare una perdita o decadimento di definizione dell’immagine. Ottimalmente il valore dovrebbe raggiungere parametri pari ad almeno 160° - 178°. Questi parametri comunque non offrono nessuna informazione sulle enormi differenze di contrasto che possono insorgere nell’arco di visione. L’angolo di visuale è direttamente proporzionale al rapporto di contrasto del monitor; variando l’angolo è evidente come la luminosità tenda a diminuire (legge di Lambert). La stabilità cromatica varia a seconda della tecnologia del pannello (IPS, TN ecc.) e le informazioni possono essere ricavate da analisi polari.

Cosa significa "contrasto"?

Il valore del contrasto nativo indica la differenza di luminosità tra un pixel bianco ad un pixel nero e viene rilevato in un ambiente controllato in laboratorio. Valori di contrasto tipici sono 6:1 per giornali, 31:1 stampante laser, 49:1 carta fotografica. Il contrasto massimo non sarà comunque mai rilevabile nel normale ambiente di lavoro, dato che un nero assoluto, persino a schermo spento, non potrà mai essere raggiunto in condizioni di illuminazione „normale“.

Trovate le risposte alle domande più frequenti sui nostri prodotti nella sezione FAQ.

FAQ