Circle of Life

dalla serie fotografica I Found the Silence

La foto Circle of Life fa parte della serie fotografica I Found the Silence. La serie fotografica, ancora incompiuta, è nata nel 2009, quasi 10 anni fa, e viene arricchita ogni anno con nuove foto. E' quasi una sorta di diario personale che descrive avvenimenti ed episodi della mia vita. Con il passare del tempo mi sono reso conto che questa collezione di foto e momenti è uno specchio del vissuto, un contenitore della mia personalità intima.

A causa dei diversi scenari, i soggetti possono sembrare incoerenti, ma l'impressione inganna. In realtà le immagini sono congiunte da un tema comune che a mio avviso può essere subito colto da tutti. Si tratta del dialogo interiore che si riflette in maniera simbolica nelle immagini. L'essere umano è in costante contatto con l'ambiente che lo circonda e in eterno dialogo con altri individui. Personalmente preferisco di gran lunga il dialogo introspettivo. Ci poniamo domande esistenziale e siamo ininterrottamente alla ricerca della verità. In questo viaggio personale vogliamo dare significato alla nostra esistenza e trovare il giusto equilibrio emotivo per renderla degna di essere vissuta. Il mio obiettivo è cogliere questo infinito processo di crescita e di comprensione creando immagini simboliche, soprattutto con esseri umani e animali. L'ambiente serve solo a valorizzare le emozioni e l'atmosfera creata.

Ovviamente il nome Circle of Life rivela subito il tema affrontato. Ho scoperto la mia passione per la fotografia in una fase molto difficile della mia vita, dopo aver perso una persona cara ed è per questo che il ciclo naturale di vita che si ripete e rinnova è un tema a me caro. Ho pensato a lungo su come affrontare e raffigurare questo complesso argomento in modo poetico-artistico - e ho trovato questa analogia collegabile al pilota che simboleggia il desiderio di vivere e il sogno di volare. Le piante che nascono dal corpo del pilota trasportano il simbolo della natura nella sua forma più pura che accoglie tutto ciò che è inanimato  e rinasce in una nuovo ciclo di vita e trasformazione.

Circle of Life
Circle of Life

Concetto e oggetti di scena

Per mesi ho riflettuto sulla realizzazione del progetto Circle of life. Ovviamente avrei avuto bisogno di mani esperte per l'allestimento della scena, qualcuno in grado di creare una composizione con piante e fiori. Da qualche tempo seguo sui social media un progetto di un nuovo tipo di negozio che sembra un giardino ("Květinové Lahůdkářství") e realizzato da Lukáš e Albert. Ci siamo incontrati in un bistro di Praga in piazza Jiřího z Poděbrad, dove gli ho esposto la mia idea. Entrambi hanno subito condiviso il mio entusiasmo e in effetti ho avuto subito la certezza di aver trovato le persone giuste per attuare il mio progetto.

In primo luogo ci siamo occupati della ricerca di un casco da pilota, a quel tempo sembrava un'impresa irrealizzabile. Dopo qualche settimana di ricerca sono riuscito comunque a procurarmi il tanto atteso casco da pilota, un oggetto incredibilmente costoso. Sicuramente si è trattato di spese molto elevate per garantire il successo del progetto, ma il fine giustifica i mezzi e in questo caso i soldi sono stati un buon mezzo per raggiungere il mio fine. A quel tempo non potevo certo prevedere che avrei usato successivamente il casco da pilota per la foto "Dreamers and Warriors". In ultima analisi l'acquisto si è rivelato un ottimo investimento. In aggiunta ho acquistato una divisa da pilota in verde che il mio partner Tomáš Kaliarik, sempre pronto a offrire il suo sostegno, ha indossato. In questa circostanza desidero esprimere un particolare ringraziamento a Tomáš per il suo aiuto negli ultimi tre anni, senza la sua disponibilità molte opere non sarebbero giunte a compimento.

Idea and Props

Preparativi e attrezzatura tecnica

La sessione fotografica si è svolta nel negozio-giardino di fiori che dista circa un'ora da Praga. Non appena ci siamo accordati sulla sceneggiatra, Lukáš ha iniziato ad arrangiare fiori di prato appena raccolti. In breve tempo ha infuso ai fiori di prato una nuova vita. Una composizione floreale  estremente simbolica e poetica. Nel frattempo ho preparato la scenografia in carta grigia di Fomei che ho posizionato sui treppiedi all'esterno della proprietà, sfruttando i raggi di luce soffusi tipici per l'estate che irrompono tra le nuvole grigie. L'atmosfera sprigionata era incredibilmente carezzevole, senza dover fare ricorso a luce artificiale. Ho utilizzato uno sfondo grigio per poterlo facilmente modificare in seguito con i cosidetti effetti di Keying. La mia intenzione è di fare letteralmente sprofondare l'intera immagine nel cielo notturno e accentuarne la veduta e le impressioni da pilota. La sessione fotografica è durata pochissimo e alla fine ha iniziato a piovere, una cosa che mi succede spesso. La pioggia estiva ha comunque lasciato attraenti goccioline sulla visiera del casco che enfatizzano perfettamente lo spirito della situazione.

Ho utilizzato la mia nuova fotocamera Canon EOS 5DS R e il mio obiettivo preferito Canon EF 24-70 mm f/2,8 L USM II. Ho anche usato un treppiede molto stabile di Gitzo. Ho deciso di utilizzare questa specifica reflex ad alta risoluzione per via  della stampa in grande formato, tra breve ritornerò su questo punto. Parametri di impostazione della fotocamera: ISO 320, f/7.1, 1/80 sec. lunghezza focale42 mm.

Vorbereitung und Technik

Post-produzione e stampa

La foto è stata scattata in un solo giorno. I preparativi invece hanno richiesto diverse settimane, soprattutto per la ricerca di oggetti da impiegare per la messa in scena (casco e tuta da pilota). Anche la postproduzione si è rivelata particolarmente laboriosa - in particolare l'utilizzo delle maschere per nascondere l'intero pilota e il fiore che gli cresce dal petto. Nei giorni successivi è stato necessario coprire foglie, steli e singoli fiori per eliminare il maggior numero possibile di errori dalla stampa in grande formato dell'immagine lunga più di un metro. Lo schermo EIZO CG318-4K è stato di grande utilità. La collaborazione con EIZO che è iniziata un anno fa ed è risultata subito fruttuosa, nonostante io stesso abbia esperienza solo con due modelli precedenti di EIZO. Particolarmente preziosa è stata la visione autentica della foto durante l'esportazione da Lightroom CC come anche la successiva post-produzione in Photoshop CC. Potersi affidare alla visione del proprio monitor e su quello che vedono i propri occhi ha un valore inestimabile. Grazie allo schermo EIZO, la messa a punto del processo di stampa è diventato un'operazione quasi piacevole per portare a compimento in forma visibile e concreta l'opera creativa. Alla fine della fase di post-produzione, la foto presentava addirittura 120 livelli.

Post-produzione con il monitor CG318-4K
Post-produzione con il monitor CG318-4K

Ho incaricato Janusz Szyndler per il processo di stampa e dopo 10 anni di collaborazione insieme si merita la mia fiducia incondizionata. La stampa è avvenuta su carte pregiate di cotone al 100%  Museo Silver Rag 300gsmaus qualità Museum utilizzando pigmenti e inchiostri di qualità d'archivio che garantiscono la tenuta dei colori nel tempo e coperte da una durata certificata superiore ai 200 anni. Ho optato per la pubbblicazione di un'Edizione Limitata invece che aperta e spesso mi viene chiesto quale sia la particolarità delle edizioni limitate. Edizione limitata significa che ogni foto viene stampata in un numero limitato di foto nel rispettivo formato. Circle of Life, la serie fotografica è stata limitata a un totale di 60 foto, indipendentemente dal formato. I formati più piccoli (50x84 cm) sono disponibili a partire da 700 USD (16 000 CZK) e i formati più grandi (220x130 cm) a partire da 13 000 USD (297 000 CZK).

Stampa di Circle of Life
Stampa di Circle of Life

Del formato più grande (254x150 cm) è disponibile solo una copia di stampa. Si tratta di opere da collezione il cui prezzo di 54.000 USD (1,2 milioni di CZK) dà un'idea di quanto siano uniche. Questa foto per sempio è esposta in un loft di New York.

Il ciclo Circle of Life è stato presentato per la prima volta nel 2017 alla mostra Art Basel Week di Miami (Miami Beach) dal proprietario della galleria THINK+feel Contemporary Gallery. La foto è stata successivamente esposta al New York SCOPE Festival di Basilea in Svizzera. La foto ha vinto numerosi premi internazionali: International Photography Awards 2017, ND Awards 2017 e International Photographer of The Year 2017.  Sono naturalmente molto grato del successo che ho riscosso.

L'immagine finale
L'immagine finale

Considerazioni finali

Alcuni dubitano che la definizione "foto" sia corretta per i miei scatti, ma chi definisce i limiti del genere? Io comunque ho rinunciato a cercare una precisa definizione della mia forma artistica. La fotografia è un'espressione artistica suddivisa in molti segmenti che comprende anche la fotografia d'arte e Circle of Life utilizza per la realizzazione artistica la tecnica del collage. A mia opinione l'importante  è l'esito finale e il percorso solo un passo che mi aiuta ad arrivare al traguardo. Non ho mai tentato di ritrarre il mondo reale, anzi sono fuggito nel mio mondo interiore. Forse, o proprio per questo, ritengo che sia superfluo voler dare a tutti i costi un'etichetta ad ogni opera artistica, anzi al contrario, rivendico la piena libertà di pensiero. A mio giudizio è sostanziale investire l'energia nelle proprie capacità piuttosto che sprecare tempo prezioso esprimendo sempre un'opinione e commentando tutto. A causa dei social media si tratta purtroppo di un fenomeno sempre più diffuso. E' meglio invece apprezzare consigli ben intenzionati che ci portano a riflettere e lasciamoci alle spalle le opinioni dei malintenzionati. Non fatevi condizionare dagli altri, siate voi stessi, padroni del vostro senso critico e cercate di riconoscere i veri amici, anche se sono rari. Questa è la chiave del mio successo e di una vita interiore felice.

Circa Martin Stranka

Martin Stranka è nato il 13 aprile 1984 a Most. Già all'età di 12 anni è stato attratto dalla fotografia che lo ha aiutato a superare il trauma della morte improvvisa di una persona cara. La tecnica fotografica la impara come autodidatta. Il suo approccio individuale esplora un regno sulla soglia tra fantasia e realtà, creando istantanee sospese tra reale e irreale che sembrano attimi statici ritagliati da un film. Nelle sue fotografie, l'autore ritrova serenità e un senso di pace interiore.

Negli ultimi 12 anni ha ottenuto  oltre 90 premi internazionali che confermano la sua abilità fotografica. I più prestigiosi: Sony World Photography Awards, il premio internazionale Sony World Photography Awards, il premio di fotografo professionista dell'anno e il premio per i talenti emergenti al Nikon International Photo Contest. Ha inoltre vinto il concorso internazionale Prix de la Photographie Paris e per undici volte consecutive il titolo di International Photo Awards.

Le sue opere sono state esposte a Los Angeles, Londra, Parigi, Praga e Shanghai, in rinomate gallerie come Getty Images Gallery e Saatchi Gallery insieme ad artisti come Andy Warhol, Annie Leibovitz, Banksy e Damien Hirst. Qualche tempo fa è stato presentato con successo alla Scope Fair durante la Art Basel Week, uno degli eventi artistici più rinomati del settore che ha luogo ogni anno a New York, Miami e Basilea.

Il lavoro di Martin è stato esposto in numerose mostre e pubblicato dalle copertine delle più grandi case editrici di New York - Harper Collins Publishers e Sterling Publishing. L'artista collabora con numerosi altri editori di musica e libri e anche con artisti musicali non commerciali. Ha pubblicato due monografie: "I AM" e "10 Years".